CANTI DELLA MIETITURA

 

Ma che ce vo’ pe’ metere ‘sto grano..”

Ma che ce vo’ pe’ metere ‘sto grano

Ce vonno ciammellette e vino bono

Ce stesse l’amor mio a damme ‘na mano

Chisto è lo grano

 de lo pela pela

Massera la pelimo la padrona

Se non ce fa trovà la cena bona

Chisto è lo grano de la pelarella

Lo grano è brutto e ladrona è bella

 

Caro padrone se no me dai lo cacio..”

Caro padrone se no me dai lo cacio

Le gregne te le restregno a bucio

Mo ch’è venuta l’iora dello mete

Pora regaza mea chi se la gode

L’ho lasciata ‘n consegna all’arciprete

Meglio che gode lui che ‘n altro abate

Ce so venuto a mete e voglio mete

Non so venuto pe cavà petate

 

 

 

LA STRADA DEI CANTI

I CANTI CONTADINI DELLA COMUNITA' DI GIULIANELLO