La morte de Gesù, Maria s’affanna

Cristo che fu legato alla colonna.

E fu battuto da gente tiranna

Giuda che lo tradì non se lo ‘nsonna.

Guarda lo pianto che fa la Madonna,

Corri Giovanni a consolar Maria  

Giovanni per l’amor che io ti porto,

Dimmi se lo figliolo mio è vivo o morto.

O vivo o morto lo ritroveremo

La strada che avemo fatta la rifaremo. 

Aprimi, figlio che son la mamma vostra

‘na goccia del mio latte ti voglio dare. 

 O mamma, mamma che me sei portato

Aceto, fiele e latte mesturato?  

-O figlio, o figlio non so’ stata io 

E’ stato quello Giuda traditore. 

-E passò Cristo e disse. O madre mia,

Vado alla morte e voi pazienza abbiate

S’alzò Maria e se lo fece un pianto:

Ce rivedemo in paradiso santo.  

Figlio del padre eterno chi t’ha commesso ‘n croce

Con tante pene atroci e duro affanno. 

Sei morto lacrimando con dura schiamonia

Povera terra mia che gente ingrata.

Sei nato di Natale pe’ falla da mortale,

Pe’ falla da mortale sei glorioso

E’ morto il Salvatore in mezzo a due ladri

Per i nostri peccati fu messo in croce.

Quest’orazione che abbiamo cantato 

A Gesù Cristo che si è rappresentato

IL CANTO DELLA PASSIONE

I CANTI CONTADINI DELLA COMUNITA' DI GIULIANELLO

LA STRADA DEI CANTI